Ionity compie 5 anni

Di origine tedesca e con ben 430 stazioni di ricarica ad alta potenza Ionity spegne le sue prime 5 candeline.

È infatti il 2017 quando Ionity inizia la sua avventura come CPO nel settore della ricarica pubblica.
Oggi con 1.900 punti di ricarica con potenza Hyperfast a 350kW è uno degli operatori più accreditati nel panorama europeo.

Ionity installa ad Affi

Partono ad Affi, in provincia di Verona, i lavori per l’installazione di una stazione di ricarica con 18 colonnine da 350kW.
Ionity
per questa installazione prevede la costruzione di una struttura coperta da pensiline fotovoltaiche che, oltre ad alimentare i punti di ricarica permetteranno agli E-driver di ripararsi dal sole e dalle intemperie durante la fase di ricarica.
La stazione è stata studiata per prevedere anche lo spazio di ricarica per mezzi con rimorchio e veicoli commerciali.

Tesla apre i Supercharger a tutti

È quasi un evento epocale nel mondo della ricarica pubblica.
I possessori di Tesla da sempre hanno avuto la possibilità di utilizzare l’infrastruttura di ricarica della propria casa madre per ricaricare le proprie vetture.

Dallo scorso 17 novembre la rete dei Supercharger si apre anche a possessori di auto elettriche di altri marchi.
L’Italia è solo uno dei paesi europei in cui questo processo era già stato avviato (Austria, Belgio, Spagna, UK, Svezia, Francia, Olanda e Norvegia).

Stop alle vendite di veicoli endotermici entro il 2035

È stata trovata un’intesa sullo stop alle vendite dei motori endotermici entro il 2035.

L’accordo, raggiunto tra Consiglio, Parlamento e Commissione Europea, prevede la totale riduzione delle emissioni inquinanti per le autovetture e per i veicoli commerciali leggeri, con una tappa intermedia al 2030, che porta ad un primo abbattimento del 55% delle emissioni per le auto e del 50% per i van.

36 punti di ricarica a Chieri (TO)

Anche Chieri, in provincia di Torino, si doterà di un’infrastruttura di ricarica per auto elettriche.

L’accordo, giusto dopo un bando di dicembre 2021, vede la partecipazione di cinque diversi operatori del settore. Le stazioni di ricarica saranno infatti installate e gestite da Ressolar, Be Charge, Powy, Enel X Way e A2A E-Mobility per un totale di ben 36 punti di ricarica.